Rosamond

Rosamond, anche scritto Rosamund, dal nome della Fiera Rosamond, (nato c. 1140—morto c. 1176), un’amante di Enrico II d’Inghilterra. È stata oggetto di molte leggende e storie.

Si ritiene che Rosamond fosse la figlia di Walter de Clifford della famiglia Fitz-Ponce. Si dice che sia stata l’amante di Enrico segretamente per diversi anni, ma fu apertamente riconosciuta da lui solo quando imprigionò sua moglie, Eleonora d’Aquitania, come punizione per aver incoraggiato i suoi figli nella ribellione del 1173-74. Rosamond morì nel 1176 circa e fu sepolto nella chiesa del convento di Godstow davanti all’altare maggiore. Il corpo fu rimosso per ordine di San Ugo, vescovo di Lincoln, nel 1191 e fu, apparentemente, reinterrato nella sala capitolare.

La storia che fu avvelenata dalla regina Eleonora appare per la prima volta nella Cronaca francese di Londra nel 14 ° secolo. I dettagli romantici del labirinto a Woodstock, compreso l’indizio che ha guidato il re Enrico II alla sua pergola, erano le invenzioni di storywriter di tempi successivi. Non ci sono prove a sostegno della credenza popolare che lei era la madre del figlio naturale di Henry William Longsword, conte di Salisbury.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.