Rabbia: che cosa è e come gestirlo

La rabbia può produrre gli stessi effetti nel corpo e nella mente come lo stress. La rabbia impropriamente elaborata o malsana può avere un impatto negativo in diverse aree della tua vita, ad esempio, ritiro, stanchezza, problemi di sonno, diminuzione della libido, scarsi livelli di tolleranza, agitazione, incapacità di rilassarsi, infelicità e dipendenze.

Per molte persone, i problemi di rabbia derivano dall’infanzia, e quindi la consulenza può essere un metodo molto efficace per lavorare attraverso questo. Se una famiglia è disinibita a esprimere rabbia, i figli possono imparare che la rabbia ” fa accadere le cose.”Questo può farli crescere pensando che la rabbia è uno strumento utile per ottenere ciò che vogliono; allo stesso modo, però, è possibile che questa sovraesposizione alla rabbia li farà paura della rabbia in modo che la reprimano dentro di sé.
In alternativa, se una famiglia trova la rabbia totalmente inaccettabile, allora i bambini in essa non impareranno come elaborare la propria rabbia. Se si arrabbiano, saranno costretti a sopprimerlo, ma la rabbia uscirà ancora come energia negativa in diverse forme: broncio, ritiro, comportamento passivo – aggressivo, frustrazione. Gravi livelli di rabbia possono causare problemi profondi e duraturi, nonché miseria immediata per tutti nella linea di tiro.

La rabbia è un’emozione secondaria. Solo tu sei responsabile della tua rabbia

La rabbia è un’emozione secondaria, che è causata da e nasconde un’emozione più profonda. Se il tuo amico ti mette giù in pubblico, si può arrabbiarsi quando ciò che si sente veramente è ferito o tradito. La rabbia è spesso causata da profonda tristezza e, il più delle volte, è causata dalla paura.

La rabbia è un terribile bullo che ha un modo di muscling fuori tutti gli altri sentimenti. Ti arrabbi in parte come difesa (forse nemmeno consapevolmente) per cancellare le altre emozioni più dolorose – quelle che stai veramente sentendo. La consulenza è un mezzo eccellente per scoprire questo dolore più profondo e elaborarlo in modo più sano della rabbia. Può evidenziare altri modi, più costruttivi, di esprimere il dolore.

Solo tu sei responsabile della tua rabbia. Nessun altro lo è-e questo include la persona che ti ha frustrato o irritato. Potrebbero aver fatto qualcosa di cattivo o dannoso per te, ma come rispondi a questo sono affari tuoi, non loro. Se devi arrabbiarti, considera con quale forma di rabbia risponderai.

Il primo stadio è sentire la rabbia, poi pensare alla rabbia, quindi esprimere rabbia e infine agire rabbia. Il più sano di questi è esprimere rabbia. Agire (attraverso insulti, minacce, broncio, risentimenti, attacchi fisici, ecc) è distruttivo. Sentirlo ma non esprimerlo (o nemmeno rendersi conto che lo senti) è repressivo. Pensarci ma non esprimerlo può trasformarsi in ossessione e causare grande stress o infelicità.

Citazione - la rabbia è un segno, non una soluzione. Robert Green Ingersoll

Esprimere la tua rabbia in modo sano

Un buon esempio di esprimere la rabbia dallo scenario di cui sopra sarebbe quello di dire al tuo amico, “Non sono felice. Mi sento arrabbiato per quello che hai fatto nel pub e hai bisogno di sentirlo – ma la cosa principale è che mi sento ferito e leggermente tradito. Non lo farei a te, quindi per favore non farlo a me.”Speriamo che ti sentano e rispondano positivamente e si scusino, se non puoi portarlo oltre-speriamo di non agire per rabbia.
Un modo di pensare alla tua rabbia quando la esprimi è assicurarsi che le persone che ami e a cui tieni sappiano che hai un problema con un certo comportamento e non con loro. Se lasci che la tua rabbia su un problema si riversi in un assassinio di carattere generale di quattro lettere, allora è molto probabile che sia molto più dannoso di qualsiasi cosa abbiano fatto per infastidirti in primo luogo.

Nella mia esperienza, forse il modo migliore per affrontare la rabbia è di prenderne coscienza nel momento in cui la senti – è un momento di lampadina: “Ah, mi sento arrabbiato. Giusto, di solito faccio X. Non lo farò perché questo porta a problemi più grandi. Ho intenzione di fare Y. ” Anche le persone con l’abitudine di rabbia e nebbia rossa possono ancora usare questo – si tratta di pratica. Non sarà sempre farlo bene, ma si può migliorare molto.

Se riesci ad esprimere piuttosto che agire rabbia, ricompensati con una pacca sulla schiena e nota il miglioramento. Anche altri cominceranno a notarlo e ad esprimere sollievo.

Un consigliere può aiutarti a guardare i fattori scatenanti della tua rabbia in modo che tu possa cercare di evitarli. Ho avuto un cliente che ha sempre avuto un umore terribile quando l’uomo della porta accanto ha falciato il suo prato durante la sua colazione domenicale. Ha imparato ad evitare quel grilletto usando quel tempo per raggiungere a piedi i negozi per il suo giornale.

Sii consapevole che le persone innocenti possono essere il bersaglio della tua rabbia deviata semplicemente perché sono lì nel momento sbagliato quando il vero bersaglio non lo è. Forse lavorare in consulenza per rilasciarlo al bersaglio giusto. I consulenti possono offrire diversi esercizi per liberare la rabbia e questi sono normalmente sorprendentemente efficaci.

Qualsiasi gestione della rabbia richiederà di guardare le ragioni più profonde per esso. A volte, questi possono essere dimenticati, evitati, negati o sepolti. Spesso la rabbia può essere un bisogno di controllo – degli altri, degli eventi o di te stesso. Spesso è anche un problema esistenziale causato da mancanza di significato, perdita, isolamento o mancanza di libertà. Se affrontiamo il problema più profondo nella consulenza, possiamo iniziare a ridurre la quantità di rabbia.

Chiediti se vuoi avere ragione o essere felice? Anche se la tua rabbia è giustificata, il problema vale la pena di litigare? Potrebbe essere, ma probabilmente non lo è.

Impara a ” colpire quando il ferro è freddo.”Se tuo marito o tua moglie hanno detto di aver fatto qualcosa per cui ti senti arrabbiato, forse prendilo con loro quando tutto si è raffreddato. A questo punto, sono più propensi ad ascoltare e ti danno delle scuse.

Il risentimento è una forma di rabbia molto corrosiva, nascosta e spiacevole. È un misto di gelosia, frustrazione, amarezza e ingiustizia covata. È un vero killer di gioia. Semplicemente non puoi essere felice se hai risentimenti profondi su qualcuno vicino a te. È meglio parlarne e vedere se riesci a raggiungere un compromesso. Chiediti se il risentimento che provi verso l’altro riguarda ciò che ti manca piuttosto che ciò che hanno e affrontalo onestamente e positivamente nella tua vita – chiedendo loro di aiutare con esso il più possibile.

Se avete intenzione di combattere, combattere fiera. Non è giusto colpire il tuo partner o amico nei loro punti dolenti o deboli.Sono d’accordo che è umanamente molto allettante farlo a volte ma non farlo. Sarebbe vizioso e rischia di degenerare le cose e provoca problemi profondi tra voi in seguito.

In brutti combattimenti, non tirate fuori i “big guns”. Con questo voglio dire, per esempio, non minacciare il divorzio o di lasciare – a meno che in realtà ha ottenuto a quel punto, ovviamente, nel qual caso saprete molto prima di questo particolare argomento. I grandi cannoni sono profondamente distruttivi e una volta fuori, non torneranno molto facilmente. Essi minano e giocano sulla paura-e nulla alimenta la rabbia come la paura. Concordalo con il tuo partner in un momento felice o calmo.

Citazione - la rabbia spegne la lampada della mente. Robert Green Ingersoll.
Prova a ridere quando la rabbia è finita. Molti momenti di rabbia, quando il breve momento di calore è passato, si rivelano divertenti. Ho avuto coppie che rilasciano la loro rabbia in una lotta con i cuscini – un metodo eccellente che spesso rivela anche la stupidità della situazione.

Prendere tempo fuori. Andare a fare una passeggiata quando sei pazzo non è passivo-aggressivo o marcia indietro. E ‘ buon senso. Ti calmerai e tornerai piu ‘ calmo.

Se sei stato arrabbiato con qualcuno e sono stati feriti da esso, non punirli una seconda volta…rendetevi conto che il loro dolore può essere ragionevole e che hanno il diritto di essere diffidenti o riluttanti. A volte il perdono arriva meglio e più velocemente se ottiene un po ‘ di spazio, quindi la pazienza è spesso necessaria.

Se qualcuno è stato paziente per venti incidenti della tua rabbia, non è una sorpresa se scattano sul ventunesimo. Rendetevi conto che è disonesto e deviante accusarli di essere “quello arrabbiato”, a questo punto.

Poiché la rabbia è energia, cerca di incanalarla positivamente – esercizio, arte, sport ecc. Se deve essere espresso negativamente, pensa a farlo in un modo più sicuro…gridare o giurare in una stanza vuota, scrivere una lettera che non si invia e può bruciare in seguito.

A volte la rabbia può essere solo un’altra forma di amore. Spesso ci arrabbiamo con quelli che amiamo di più. Riconosci questo. La rabbia può provocare un incontro molto appassionato tra amanti, che è un modo meraviglioso ed eccitante di rilascio.

Un buon modo di lavorare sulla tua rabbia è praticare l’essere l’opposto – pacifico. I metodi per sentirsi calmi, o anche sereni, sono un ottimo antidoto: meditazione, tecniche di respirazione, yoga, musica, camminare ecc. sono tutti modi per rimanere più tranquilli e quindi più felici. Avere un’immagine calma da guardare, suonare musica rilassante o persino avere una statua del Buddha nel tuo giardino può funzionare, anche se quando ti senti davvero arrabbiato è meglio fare qualcosa di più attivo come fare una passeggiata veloce.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.